L’irripetibile cercare e L’essenza dell’io, Oèdipus 2017

banner_Matticoli
L’irripetibile cercare e L’essenza dell’io

«Scorrendo anche sulla superficie le tre sezioni in cui Monica Matticoli organizza la sua produzione degli ultimi anni, l’immagine che affiora alla mente è quella di un’ininterrotta lotta con l’angelo della lingua. Una lotta corpo a corpo, vigorosa e sfuggente, che ha i tratti della teomachia ma non la sua ricompensa» (Valentina Tinacci, Postfazione).

Nel volume non si scorge un processo narrativo ma un procedere per immagini, una ricerca serrata all’interno dei meccanismi della lingua per portare alla luce un segno, un osso, un contatto. Mai ci si abbandona al compiacimento o all’introspezione e sempre si cerca l’altro, che per l’autrice è il maschile, con cui provare a dare senso e significato all’esperienza e, in definitiva, all’esistenza.

Su questo scenario si colloca anche la dimensione performativa dell’autrice e la relazione con il canto e con la musica: «è alla voce di chi pronuncia/reinterpreta il testo che si affida il tentativo di creazione di significato (…); il rapporto con la musica altro non è che un tentativo di recuperare con pienezza la dimensione del fluire temporale e ritmico» (Valentina Tinacci, Postfazione).

Annunci